position-6

         

 

DA ADMIN  ====>  Salve, 

 

                                   

 

lo scorso Agosto, ospite dell’omonimo Shooting Club, si è svolta, presso il Poligono “Krokodilespruit Wapens” a pochi chilometri da Pretoria in Sud Africa, l’ultima edizione del Campionato Mondiale di Bench REST, organizzato dalla Federazione Mondiale di BR (WRABF) .

Un poligono veramente ben attrezzao con ben 5 differenti stand dai 25/50 mt fino a i 500 mt. Una bella struttura quindi, se consideriamo che lo stand 25/50 metri, dove si è svolta la competizione, dispone di ben 30 linee di tiro, appena sufficienti ad ospitare, suddividendoli in molteplici turni, tutti i i team Internazionali, tra le quali un agguerrita rappresentanza italiana inviata dall’Unione Italiana Tiro Sportivo (UITS) che non ha mancato, come è suo solito, di farsi grande onore, mantenendo altissimo il lustro Nazionale.

La componente Air della competizione ha aperto i giochi dedicando la prima giornata alla categoria LVA individuale (la nostra Unlimited “B” – 16 J), nella quale Pino Leone del TSN di Modena ha conquistato l’argento.

Nella componente LVA a squadre, bella prestazione del gruppo “Italia A” composto da Pino Leone, Giovanni Atzeni, del TSN di Napoli, e Giampietro Mazzolari, classificatisi al 6° posto della classifica finale.

La seconda e la terza giornata hanno visto impegnati i tiratori della categoria HVA individuale, nella quale i primi italiani in graduatoria sono Giampietro Mazzolari, del TSN di Castiglione delle Stiviere Mantova - 13° posto  e Carmen Papaleo del TSN di Napoli -15° posto, mentre per la stessa categoria  a squadre, sempre il Team Mazzolari, Atzeni e Leone  si sono classificati al 7° posto.

Bella soddisfazione per l’Aria Compressa Italiana, che riguarda tutti noi di BRAC italia più da vicino, ma ancor più belle le prestazioni dei nostri rappresentanti Nazionali nelle categorie Rimfire.

Nell'individuale della categoria International Sporter, Giovanni Atzeni e Carmen Papaleo hanno conquistato il podio aggiudicandosi, rispettivamente, l’argento ed il bronzo, oltre ad aggiudicarsi, assieme a Pino Leone, l’oro nella stessa categoria a squadre.

Nella categoria HVR, Giovanni Ricci Maccarini del TSN  Lugo di Romagna si proprio il nostro Giovanni, che l’anno passato ,nella categoria LVA  (Unlimited “B”), ha vinto l’oro nel Campionato BRAC Italia di  BR 25], è salito sul massimo podio Sudafricano aggiudicandosi l’oro, mentre il bronzo  è stato appannaggio di Giovanni Atzeni.

E, come se non bastasse, nella stessa categoria HVR a quadre, il Team “Italia C” , composto da Giovanni Ricci Maccarini, da Giuseppe Mesoraca, del TSN di Modena, ed Emilio Pecora, del TSN di Catania, hanno conquistato il secondo podio seguiti al terzo posto dal Team “Italia B”, costituito da Giovanni Atzeni, Giampietro Mazzolari e Pino leone.

Purtroppo non siamo riusciti ad avere i risultati relativi alle categorie HVA e LVR sia individuali che a squadre. Ci ripromettiamo di continuare a cercarli per poterveli sottoporre quanto prima.

In ogni caso, pensiamo che già quanto sopra riportato, costituisca un bel lustro per la disciplina bench Rest Nazionale.

 

Di seguito i risultati conseguiti dalla compagine Italiana, qualche immagine dei podi e delle giornate di gara.

 

(Le graduatorie finali, per questioni di spazio, sono limitate alla fascia contenente i risultati dei nostri tiratori Nazionali )

 

CATEGORIE ARIA

LVA Individuale

 

LVA Squadre

 

HVA Individuale

 

non disponibile

 

HVA Squadre

 

non disponibile

 

CATEGORIA RIMFIRE

 

International Sporter Individuale

International Sporter Squadre

 

 

LVR Indviduale

 

non disponibile

 

LVR Squadre

non disponibile

 

HVR Individuale

 

HVR Squadre

 

 

I complimenti più vivi ed un ringraziamento, da parte di tutti noi di BRAC Italia, a tutta la nostra rappresentanza Nazionale, oltre che a tutti gli altri partecipanti Internazionali, per l’impegno dimostrato in una competizione così complessa come si è rivelata l’attuale edizione del Campionato Mondiale, svoltasi in un poligono completamente “outdoor”, sottoposto per tutta la durata dell’evento, all’influsso di forti venti irregolari molto difficili da interpretare.