position-6

DA ADMIN......

Abbiamo assodato che, per chi tira di BRAC, non fa grande differenza la località e la linea di tiro che occupa per praticare la sua disciplina preferita.

Essenziale che possa confrontarsi innanzitutto con se stesso

ed il proprio bersaglio.  Naturalmente non manca la componente agonistica e lo stimolo di misurarsi con altri appassionati della specialità, sempre chè le competizioni a cui partecipa si svolgano in regime di massima correttezza e sportività.

Come sappiamo, sin dalla sua fondazione, BRAC Italia con le sue gare, ha sempre mantenuto le proprie caratteristiche di dilettantismo sportivo, improntando il suo operato, più che alla classica esaltazione agonistica degli eventi organizzati, all’obiettivo di far crescere e divertire i propri simpatizzanti in un clima di sentita condivisione senza tuttavia sacrificare, per questo,  la regolarità e la serietà organizzativa delle proprie competizioni.

Evidentemente questa politica nei confronti dei tiratori di BRAC, di qualsiasi estrazione e professionalità, concede i suoi ritorni.

Analizzando per un’istante i risultati di una delle tante sessioni di tiro previste da chi il BRAC lo gestisce a livello professionistico e, più precisamente,  facendo riferimento al Campionato Italiano di Bench Rest  22 – 25 mt., e ad una delle sue sessioni di tiro, svoltasi presso il TSN di Castiglione delle Stiviere lo scorso 26 Maggio, abbiamo potuto constatare che una buona percentuale di tiratori professionisti UITS, iscritti alla competizione, non disdegna di partecipare alle nostre gare e divertirsi con noi.....

  

 

Per BRAC Italia, una grande sorpresa ed, in aggiunta, una grande soddisfazione, accresciuta inoltre dal constatare che uno svariato numero di quei tiratori è approdato alle competizioni ufficiali organizzate dall’Unione, iniziando il loro percorso con l’A.C. proprio dai nostri tavoli !!.

Uno dei tanti esempi è rappresentato da Faustò Pantò, dell’ASD BRAC Italia di Roma che, dopo un paio d’anni di “rodaggio” passato sui tavoli del sodalizio Romano, è approdato soltanto da un paio di mesi tra i tiratori UITS, avviando la propria carriera agonistica con risultati assolutamente non trascurabili.

Il Polo BRAC Italia, i suoi mezzi divulgativi e le competizioni che organizza, vogliono rappresentare proprio questo. Un fulcro di interesse per questa bella disciplina che è il tiro di precisone con l’A.C. per  farla crescere, coinvolgendo un numero sempre maggiore di appassionati  che, approcciando il BRAC più per diletto che per spirito agonistico, possano iniziare, crescere di livello e perfezionarsi per  aspirare successivamente a seri traguardi agonistici che, seppure molto più impegnativi, sicuramente saranno per loro fonte di grandi soddisfazioni.