position-6

Questo spazio trae origine dalla passione di un gruppo di amici per la disciplina sportiva del “Bench Rest” praticata esclusivamente con carabine ad aria compressa (A.C.) e dall’intenzione di poter dare a questa pratica sportiva un impulso di crescita sul nostro territorio nazionale con la collaborazione attiva di tutti coloro che già la praticano o che magari intendono accostarsi a questo sport anche solo per soddisfare la propria curiosità.

 

Il tiro con l’A.C. ha trovato molti consensi nella pratica di una analoga disciplina di tiro denominata “Field Target”, uno sport che simula la caccia e per il quale esistono da tempo regole consolidate ed una buona presenza di informazioni nel web. Presenza assicurata attraverso i principali Forum di A.C. che dedicano al F.T. ampi spazi attraverso specifici “thread” di discussione.  

 

Il Field Target ed Bench Rest Aria Compressa (BRAC), anche se traggono origine e sono disciplinati da dinamiche completamente differenti, sono strettamente correlati tra loro da una serie di molteplici elementi di base che li accomunano.   Entrambi gli sport, prevedono l'impiego di carabine dotate di particolari sistemi di puntamento del bersaglio. Quest’ultimo, infatti è posizionato a notevoli distanze dalla linea di tiro, pertanto, le tacche di mira di dotazione delle classiche carabine A.C. non sono sufficienti. Entrano pertanto in campo ottiche e diottre, le prime impiegate in entrambe le due dicipline, le diottre di esclusivo utilizzo per il Bench Rest. 

              

Dalle precedenti considerazioni appare evidente che le due discipline, ancorchè presentino differenti pratiche di svolgimento, accorpano gli stessi fondamentali criteri di base. Non peraltro molti eccellenti tiratori di F.T. partecipano con ottimi risultati anche alle competizioni di BRAC e viceversa edrxcare.com. Va oltretutto considerato che, proprio attraverso questa tecnica di tiro, tutti noi abbiamo stabilito i nostri primi approcci con l’A.C.. Seduti ad un tavolo (Bench), impugnando una carabina poggiata anteriormente su un qualsivoglia supporto (Rest), abbiamo tutti tirato ad una serie di differenti bersagli a cerchi concentrici, acquistati in armeria o scaricati dalla rete, fissati su una tavola con l’immenso gratificante piacere di fare sempre più spesso centro...

Spendiamo ora due parole su questa particolare disciplina, Il Bench Rest.    Importato dagli USA e divulgatosi in Europa negli anni ‘70, attraverso riferimenti quali l’UKBR 22, una Federazione di tiratori costituitasi nel Regno Unito e l’European Rimfire & Air Benchrest Shooters Federation (ERABSF),

                      

il Bench Rest è sempre stato praticato quasi esclusivamente con carabine a fuoco, non consentendo alle armi ad A.C. di assumere una propria specifica connotazione.

Il progetto di poter svincolare, una volta per tutte, il Bench Rest ad Aria Compressa dal suo attuale ruolo secondario nel mondo del tiro di precisione, attribuendogli quel tratto e quella valenza che effettivamente merita, ci ha pertanto, spinto a creare BRAC Italia, uno spazio web a completa disposizione di tutti gli appassionati A.C. interessati esclusivamente al Bench Rest.     Un polo di informazione costituito da “tiratori con i tiratori”, in cui ognuno si potesse sentire libero di esporre le proprie opinioni ed idee in merito a questo particolare sport che, per coinvolgimento, complessità e stimolo agonistico, non è secondo a nessun altra disciplina sportiva.

 

E proprio attraverso il contributo di tutti coloro che sino ad ora hanno aderito al progetto di BRAC Italia che questo sport si è rapidamente divulgato in campo Nazionale, aggregando tra loro tiratori di tutta Italia che, attorno al “ Polo”, hanno fondato nuovi sodalizi, discusso regole, organizzato proprie competizioni e che seguono, con grande passione e partecipazione, gli eventi che BRAC Italia coordina a livello Nazionale.     Non è il caso di riportare numeri in questa sede, basta scorrere i numerosi “thread” del nostro Forum per rendersi conto della realtà che, a tutt’oggi, BRAC Italia è riuscito a costruire e rappresenta nel mondo del tiro con l’aria compressa.

Un piccolo universo in grado di restituire a tutti noi che ne facciamo parte, appaganti ritorni quali, spirito di appartenenza, aggregazione, agonismo, divertimento.

 

                                                

Saranno pertanto benvenuti tutti coloro che avranno piacere di sedersi e costruire assieme a noi il futuro di questo sport, nella massima armonia di intenti, per poterne trarre collettivamente quante più soddisfazioni possibile.